Siamo qui per scegliere
 
I C: Cerice nipote di Re Cecrope I

I C: Cerice nipote di Re Cecrope I

Hits: 5

CERICE L’ARALDO DI ELEUSI

I nipoti di Cecrope : Cerice figlio di Erse ed Ermes
Erse ed Ermes – Guillaume T. de Villenave 1806–07

Erse la più giovane delle figlie di Cecrope e Aglauro, dette “le aglauridi”, dopo che fu posseduta da Ermes ebbe due figli:

Cefalo “beniamino di Eos[1]” e Cerice “primo araldo dei Misteri Eleusini[2]”:

“Cefalo, fu figliuolo di Erse e di Mercurio: il quale Cefalo, essendosi di lui invaghita l’Aurora, essa rapì, e lo trasportò in Siria, dove con esso giaciutasi diventò gravida, e partorì Titone, di cui dicesi che fosse poi figliuolo Faetonte”[3].

Eleusi: Demetra Trittolemo e Persefone

Cerice-Κήρυξ – Il nome significa appunto “araldo”, termine corrispondente al sanscrito karú-, “cantore, poeta” (Pokorny, Ind. Et. Wört., p. 530)[4].

Per il Rocci la radice καρ viene da gridare e infatti il Κήρυξ viene descritto come annunziatore, araldo e messaggero e ad esempio cita: κηρυκες Διος αγγελοι ηδε και ανδρων[5] – araldi, messaggeri di Giove e degli uomini[6].

Cerice viene in genere indicato sia come figlio di Erse (o anche della sorella Aglauro[7]) e del dio Ermes/Mercurio, ma anche come figlio di Eumolpo, come dice lo stesso Pausania che lo fa figlio sia dell’uno che dell’altro:

Morto Eumolpo lasciò un figlio più giovane chiamato Cerice, che gli stessi Cerici però dicono essere nato da Aglauro, figlia di Cecrope, e da Mercurio, e non da Eumolpo[8].”

Anche Pierre Grimal[9] e soprattutto Graves (ne “I miti greci, ed. Longanesi, 2015“) seguono la stessa linea di Pausania, cioè parlano di Cerice sia come figlio di Erse che come figlio di Eumolpo.

Graves infatti descrive Cerice come “primo araldo dei Misteri Eleusini” nato dall’unione tra Ermes ed Erse citando Apollodoro:

“Cefalo, fu figliuolo di Erse e di Mercurio: il quale Cefalo, essendosi di lui invaghita l’Aurora, essa rapì, e lo trasportò in Siria, dove con esso giaciutasi diventò gravida, e partorì Titone, di cui dicesi che fosse poi figliuolo Faetonte”[10].

Resti archeologici del centro dei Misteri di Eleusi

In un altro caso Graves parlando della guerra tra Atene ed Eleusi, racconta che nel trattato di pace gli Eleusini divennero sudditi in tutto tranne che nei Misteri e aggiunge che Cerice succedette al padre in quanto figlio minore di Eumolpo “i cui discendenti godono ancora oggi a Eleusi di grandi privilegi ereditari[11]”.

Quindi al di là del fatto che Cerice fosse figlio di Aglauro o di Erse o di Eumolpo, quello che è sicuro è che assunse l’incarico del culto di Demetra, cioè i Misteri di Eleusi, nel cui rituale figurano gli araldi, i cerici appunto, chiamati come lui.

 

[1] Robert Graves, I miti greci, ed. Longanesi, 2015, 25,d

[2] Ibid

[3] Apollodoro III 14 2-5

[4] Dizionario Etimologico della Mitologia Greca (DEMGOL) dir. da Ezio Pellizer

[5] Omero, Iliade I, 334

[6] Vocabolario Greco, Rocci, Dante Alighieri, 1987 alla voce Κήρυξ

[7] Pausania Viaggio in Grecia I 38 3

[8] Pausania Viaggio in Grecia I 38 3

[9] Enciclopedia dei Miti, Pierre Grimal (a cura di C. Cordié), Garzanti,1992

[10] Apollodoro Biblioteca III 14 2-5

[11] Graves 47,f

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.