Siamo qui per scegliere
 
VI – Zeusippe La Regina Najade

VI – Zeusippe La Regina Najade

Hits: 3

ZEUSIPPE

La najade moglie di Pandione I

Naiadi – Jean-Jacques Henner

Ζευξίππη – ZEUXIPPE

    1. Significa “colei che aggioga i cavalli” = ζεύγνυμι – “aggiogare” (radice dall’indoeuropeo *yeug) + ἵππος (dalla parola indoeuropea *ekwo/sanscrito ásva/miceneo i-qo[1]/latino equus)[2].
    2. Per Graves Zeusippe significa “colei che aggioga i cavalli” ed è una Demetra dalla “testa di giumenta”[3].
Procne, Filomela, Tereo

Zeusippe fu storicamente la sposa di Pandione I e madre di Eretteo, Bute, Procne e Filomela.

“Pandione intanto, presa per moglie Zeusippe, sorella di sua madre, da lei ebbe Progne, e Filomela, e due gemelli, Eretteo e Bute.”.[4]

Quindi per Apollodoro, essendo sorella della najade Pasitea, madre di Pandione e moglie di Erittonio, dovrebbe essere anche lei una najade. Lo conferma Igino[5] che la fa sempre najade anche se madre di Bute l’argonauta.

Naiadi – Henryk Siemiradzki

Altre figure di nome Zeusippe sono:

  1. Una najade, madre dell’argonauta Bute e sposa di Teleone: “Bute, figlio di Teleone e di Zeusippe, figlia del fiume Eridano, da Atene[6]
  2. Figlia di Ippocoonte, nuora dell’indovino Melampo, di cui aveva sposato il figlio, di nome Antipate[7].
  3. Figlia di Laomedonte che sposò Sicione da cui ebbe Ctonofile: “accesasi una guerra fra lui ed Arcandro e Architele figliuoli di Achèo, egli (Laomedonte ndr) chiamò in suo ajuto dall’Attica Sicione, e gli diede in isposa la sua figliuola Zeusippe[8]”.
  4. Zeusippe o Strimo o Toosa sposò Laomedonte ed ebbe 5 figli: Titono, Lampo, Clizio, Icetaone, Podarce; e 3 figlie: Esione, Cilla, Astioca[9].
  5. Figlia del fiume Eridano[10], quindi ancora una najade

[1] Tavoletta Micenea di Pilo: PY Ta 722

[2] Dizionario Etimologico della Mitologia Greca (DEMGOL) dir. da Ezio Pellizer

[3] Robert Graves, I miti greci, ed. Longanesi, 2015 46,3

[4] Apollodoro Biblioteca III 14 8

[5] Igino, Favole alla voce “Gli argonauti”

[6] Igino, Ibid

[7] Diodoro Siculo IV 68

[8] Pausania, Viaggio in Grecia, II 6 2

[9] Graves Ibid. 158,l

[10] The Probert Encyclopaedia of Mythology, 2002

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.