Siamo qui per scegliere
 
I Pirati della Mitologia

I Pirati della Mitologia

Hits: 22

Gli antichi ce lo hanno sempre detto con le loro opere: se volete sapere la Verità, cominciate a cercare tra rovine, reperti, fiabe, miti, filastrocche e nei nomi delle cose –toponimi e radici semantiche.

È tutto lì.

Perché dietro ad ogni opera architettonica, nome o “storiella” ci sono sempre fatti storici che sono stati e sono ancora così importanti per la nostra storia con cui dobbiamo confrontarci prima o poi. Altrimenti rimarranno come delle ombre, degli enigmi irrisolti che riemergeranno all’improvviso, autodistruttivi come demoni.

Oggi perciò, e come non mai, viviamo nella riscoperta delle tradizioni e degli antichi miti, perché c’è qualcosa di irrisolto nella storia che sta venendo tutto a galla nonostante la palese opposizione e cecità del mainstream accademico e mediatico.

Sulle motivazioni del loro osteggiare qualsiasi nuova “scoperta” ne parleremo, visto che hanno anche le loro buone ragioni.

Quindi per ora ben vengano i “pirati della mitologia”, quelli che si avventurano in mari sconosciuti avanzando tesi e ipotesi, che osano andare lontani dai porti sicuri dei manuali ufficiali per arrivare sino ai confini del sapere dove le verità sono così grandi da non poter essere viste.

Ecco, è per questo che vorrei ringraziare quelle grandi anime, veri pensatori che non solo hanno osato coi pensieri ma li hanno resi concreti in opere di ricerca fondamentali per la nostra evoluzione e mai nessuno gli ha reso onore, anzi.

Come Heinrich Schliemann che con le sue sole forze fisiche, psichiche ed economiche, e avendo contro tutta la comunità scientifica di allora, riuscì a scoprire le rovine di Troia e Micene semplicemente basandosi sugli scritti dell’Iliade e l’Odissea.

Schliemann era sicuro che ci fosse qualcosa di vero in quei miti e che gli antichi non erano degli idioti ma anzi, persone molto pratiche.

Schliemann aveva fiducia che quei popoli antichi, che ovunque tramandavano le gesta di Achille, Ettore ed Ulisse come fosse la cosa più importante del mondo, lo facessero perché era davvero successo qualcosa di fondamentale e sconvolgente per tutte le nostre esistenze.

E allora, anche se domani scopriremo che le gesta dell’Iliade e dell’Odissea avvennero sul Baltico, sarà solo grazie ai grandi e liberi pensatori, come Heinrich Schliemann.

E allora teniamo bene a mente la mitologia ma senza preconcetti, perché dove c’è stato un vincitore, ecco che il vinto è demonizzato. Basti pensare alle corna del Toro, un tempo simbolo di fertilità, armonia maschile/femminile e prosperità, poi diventate simbolo del diavolo.

In questo sito perciò parlerò e ringrazierò i Pirati della Mitologia.

Uno per uno.

E perciò: lunga vita ai pirati della mitologia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.