Siamo qui per scegliere
 
La Lega Amfizionica o Anfizionica

La Lega Amfizionica o Anfizionica

Hits: 22

LEGA AMFIZIONICA o ANFIZIONICA

Αμφι: intorno + κτιζω: abito = coloro che abitano vicini, intorno[1]

Secondo il Rocci il significato della parola “amfizionia” era legato nelle iscrizioni a chi “abitava intorno” e poi solo successivamente alla “leggenda che Amfizione, figlio di Deucalione” fondò “la Lega pilica o delle Termopili[2].

Mappa dei Santuari della Grecia Antica

 

 

La Lega Amfizionica esisteva sin dai tempi preistorici e abbracciava 12 popoli, che anticamente abitavano nella Tessaglia e nei paesi vicini[3] dunque era formata da popoli greci, abitanti presso qualche luogo sacro che “senza riguardo alla diversità di origine, si univano per la difesa del santuario, per celebrare in comune certe feste e per difendere scambievolmente i propri diritti; pur essendo indipendenti le une dalle altre, discutevano intorno agli affari comuni, in assemblee plenarie[4]”.

Questa Lega però inizialmente era l’associazione delle popolazioni delle aree limitrofe ai grandi templi di Demetra (o Danae, dea dell’Orzo) ad Antela – dove si riunivano in autunno per la vendemmia – e solo successivamente anche al tempio di Apollo a Delfi – dove si riunivano in primavera[5] –  che veneravano e proteggevano.

Demetra e Persefone con Trittolemo

Il culto di Demetra erano i Misteri Eleusini.

L’Amfizionia di Antela era dunque la più antica[6] i popoli erano 12 (di cui 8 pelasgici[7]) e anche se i più potenti erano gli ateniesi, in teoria erano tutti in posizione di parità perciò avevano 2 voti a testa. Essi erano[8]:

  1. Tèssali
  2. Beòti
  3. Dori
  4. Ioni
  5. Perrèbi
  6. Magnèti
  7. Locrèsi
  8. Oetèi
  9. Achèi
  10. Mèlii
  11. Focèsi
  12. Dòlopi

 

L’amfìzionia più celebre è invece quella «dèlfica-pilea» o Pilica quella cioè di Delfi e delle Termopili, riconosciuta poi come «la lega degli Amfìziòni» per eccellenza, che si riuniva di solito due volte all’anno: in primavera a Delfi e presso le Termopili, e in autunno ad Antela.

Celebrazioni eleusine: Henryk Siemiradzki

 

La Lega Amfizionica era impostata principalmente per fini religiosi e cioè per occuparsi della gestione dei santuari e delle feste religiose (soprattutto i giochi pitici a Delfi dal 586 a. C.) e dunque per amministrare tutta la sacralità dei luoghi. La Lega solo secondariamente aveva fini militari, cioè a volte i popoli associati si univano militarmente contro un nemico se ritenevano la battaglia come sacra tanto che in generale accadeva che pure gli alleati si scontrassero tra loro.

La fondazione della Lega Amfizionica solitamente si attribuisce a:

  1. Anfizione figlio di Deucalione
  2. Anfizione figlio di Licaone, nome derivato da “Anfizionide” dea “cui si intitolò” la confederazione settentrionale[9]
  3. Acrisio/Arcisio, re di Argo “il mitico re di Larissa [in Tessaglia];[10]” come affermano Strabone, Callimaco e lo scoliasta all’Oreste di Euripide[11]
Moneta Amfizione

Per Graves i capi della Lega Amfizionica che “onoravano la dea (Demetra ndr) ad Eleusi” erano Celeo, Diocle ed Eumolpo.[12]

Nella Lega Amfizionica facevano questo giuramento:

Giuro di non distruggere dalle fondamenta nessuna città amfizionica, di non intercettare ad alcuno l’acqua, in pace o in guerra, di difendere con tutte le forze il santuario del dio di Delfo[13]”.

 

[1] Vocabolario Greco, Rocci, Dante Alighieri, 1987

[2] Ibid.

[3] Dizionario di miti, leggende, costumi Greco-Romani, G. Stano, ed. SEI, 1950

[4] Ibid.

[5] Robert Graves, La Dea Bianca, ed. Adelphi, 1992 pag 278

[6] Apollodoro Biblioteca I 7 2; III 14 6

[7] Graves Ibid. pag 279

[8] Dizionario di miti, leggende, costumi Greco-Romani, G. Stano, ed. SEI, 1950

[9] Robert Graves, I miti greci, ed. Longanesi, 2015; 38,8

[10] Dizionario di miti, leggende, costumi Greco-Romani, G. Stano, ed. SEI, 1950

[11] Robert Graves, I miti greci, ed. Longanesi, 2015; 38,8

[12] Robert Graves, I miti greci, ed. Longanesi, 2015; 24,5

[13] Dizionario di miti, leggende, costumi Greco-Romani, G. Stano, ed. SEI, 1950

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.