Siamo qui per scegliere
 
Il Diluvio Universale e l’inizio dell’Ultimo Ciclo Animico

Il Diluvio Universale e l’inizio dell’Ultimo Ciclo Animico

Hits: 16

Col Diluvio, la quasi totalità degli abitanti del pianeta terra morì. Solo i Supremi e i loro figli riuscirono quasi tutti a salvarsi.

Sulla terra ogni cosa fu distrutta dagli enormi sconvolgimenti.

La conformazione delle terre e dei climi era mutata in modo irreversibile.

Ben pochi umani sopravvissero e lo fecero soprattutto le tribù di pastori che già si trovavano nei monti al momento della catastrofe.

Senza più la presenza e l’aiuto dei Supremi e senza più le alte tecnologie, gli umani caddero presto in uno stato selvaggio dal quale non riuscivano più a risollevarsi perché ormai abituati ad una civiltà molto, troppo avanzata.

I sopravvissuti, impauriti e senza fiducia verso l’Universo, furono nuovamente aiutati a progredire da alcuni Supremi che trasmisero loro le basi per la sopravvivenza e per una vita dignitosa.

I Supremi infatti, prima contemplarono e studiarono il nuovo assetto della terra e il nuovo clima.

Da ciò ne trassero le conseguenze su quali fossero le regioni climatiche più accoglienti e in esse insegnarono ai sopravvissuti le basi di nuove civiltà.

Donarono loro i semi potenziati della nuova agricoltura, scelti tra le piante commestibili più adatte al nuovo clima: da qui nacquero il mais, il farro- il grano ed il riso. Così fecero con gli animali.

Insegnarono loro, nuovamente come trarre sostentamento e beneficio dall’acqua-facendo canali e pescando; dalla terra – coltivando e seminando piante nutrienti; dall’aria –sfruttando i venti per essiccare cibi e viaggiare in mare, e infine dal fuoco: elemento di cui avevano perso ogni padronanza.

 

Così riprese un nuovo ciclo dove le anime potevano incarnarsi per mettersi alla prova e crescere in un nuovo mondo, ormai disabitato, dove la Natura ritornava al massimo splendore.

Si poterono quindi incarnare sia le anime irrisolte dell’epoca precedente sia le nuove anime.

Tra le prime ci furono gli alti sacerdoti, i governanti ed i guerrieri che condussero molte genti nelle guerre dei tempi di Atlantide.

Essi ebbero di nuovo l’occasione di guarire se stessi operando nella pace e di guarire gli altri che sviluppavano le ombre della civiltà precedente che loro stessi avevano sviluppato: l’ambizione, la tracotanza, l’aggressione che loro stessi avevano avuto e che li aveva condotti alla guerra.

Ad essi si aggiunsero tutte le nuove anime che vollero partecipare al nuovo Eone.

Adesso siamo qui tutti insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.