Siamo qui per scegliere
 
II – Re Cranao il secondo re di Atene

II – Re Cranao il secondo re di Atene

Hits: 42

RE CRANAO – IL FIGLIO DEL SUOLO E SECONDO RE DI ATENE
Madre Terra offre un “figlio del suolo” forse Erittonio

E’ Cranao il secondo Re di Atene dopo Cecrope e come dice Apollodoro:

Morto Cecrope, Cranao, uomo indigena, sotto cui dicesi avvenuto il diluvio di Deucalione, condotta da Lacedemone, sua sposa, Pediade, figliuola di Menite, generò Cranae, Cranecmene ed Attide, la quale essendo morta vergine, Cranao da lei chiamò Attide la terra, in cui, cacciatone Cranao, regnò Amfizione. Questi da alcuni è detto figlio di Deucalione, da altri figlio di un uomo indigena.[1]

Κραναός =

    1. “sassoso, scosceso”: epiteto un tempo attribuito ad Atene e agli Ateniesi, città di Cranao, stirpe di Cranao”[2].
    2. Duro, aspro, pietroso, sassoso[3]
    3. Etimologia forse da collegare a κράνον, κράνεια, “corniolo”[4]
    4. Κραναα πολις Città di Cranao o meglio città rocciosa, Atene[5]
    5. Η Κραναα – Acropoli di Atene[6]
    6. Κραναιαι – Ninfe, Naiadi[7]
    7. Κραναιοι – discendenti di Cranao, Ateniesi, Attici;[8]
Madre Terra offre un figlio del suolo ad Atena

Cranao era dunque un Re autoctono, “figlio del suolo”[9] e succedette al re Cecrope visto che il figlio legittimo, Erisittonio, morì giovane e senza discendenza, mentre Cranao pare fosse il più potente degli Ateniesi[10]:

Cranao prese il principato di Cecrope, come colui, che superava in potere ogni altro cittadino[11]”.

Cecrope e Atena accolgono Erittonio o Erisittonio da Madre Terra

Così Cranao divenne il secondo re di Atene “regnando ai tempi del Diluvio di Deucalione[12]” e diede il suo nome ai sudditi:

“Gli Ateniesi, all’epoca in cui i Pelasgi abitavano la terra conosciuta oggi come Grecia, erano Pelasgi, detti Cranai; al tempo del re Cecrope furono chiamati Cecropidi; quando poi Eretteo gli successe al potere, cambiarono nome in Ateniesi; quando infine loro comandante supremo divenne Ione figlio di Xuto, da costui presero il nome di Ioni.”[13]

Si sposò con Pediade, figlia dello spartano Minete/Menite[14] [15] ed ebbe tre figlie:

Cranae, Cranecme e appunto Attide – detta per Graves anche Cranae[16] – che diede origine al nome dell’Attica e che aveva un culto Misterico a suo nome.

Moneta di Re Amfizione

La figlia di Cranao cioè Attide pare che, secondo Apollodoro e Pausania, si sposò con Amfizione o Anfizione (figlio di Deucalione nonché discendente di Prometeo) e che egli poi cacciò Cranao.

In ogni caso, se come ricorda Apollodoro, dopo Cranao ci fu il Diluvio (“Cranao, uomo indigena, sotto cui dicesi avvenuto il diluvio di Deucalione[17]), è plausibile pensare anche che Amfizione sia subentrato a Cranao perché questi non sopravvisse.

Deucalione e Pirra nel Diluvio Universale

Anche Pausania però afferma che Cranao sopravvisse e che fu cacciato dal trono e addirittura fuggì nel “borgo di Lampre”:

 “Io ho di già detto, che Anfizione cacciò dal trono ateniese Cranao suo suocero. Dicono adunque, che costui fuggitosene insieme co’ soldati nel borgo di Lampre, ivi morì, e fu nel luogo stesso sepolto: infatti a’ nostri giorni ancora si vede in Lampre il monumento di Cranao.”[18]

 “(Erisittone ndr) Costui non potè regnare sugli Ateniesi; ma mori mentre vivea ancora suo padre, e Cranao prese il principato di Cecrope, come colui che superava in potere ogni altro cittadino di Atene. Dicono poi’essere nate a Cranao più figlie, fralle quali una Attide: da costei Attica chiamano il paese per l ‘innanzi chiamato Attèa. Ma sendo contro Cranao insorto Anfizione, il quale avea la sua figlia per moglie, lo spogliò del regno. Egli stesso però fu poi scacciato da Erittonio, e dagli altri che insieme con lui aveano congiurato contro Anfizione.[19]

 

 [1] Apollodoro – Biblioteca, III 14 5:

[2] Dizionario Etimologico della Mitologia Greca (DEMGOL) dir. da Ezio Pellizer

[3] Vocabolario Greco, Rocci, Dante Alighieri, 1987

[4] Dizionario Etimologico della Mitologia Greca (DEMGOL) dir. da Ezio Pellizer

[5] Vocabolario Greco, Rocci, Dante Alighieri, 1987

[6] Ibid.

[7] Ibid.

[8] Ibid.

[9]  Apollodoro – Biblioteca, III 14 5:

[10] Apollodoro – Biblioteca, III 14 5:
[11] Pausania I 2 5

[12] Pausania, Grecia I 2 5 (Greek travelogue C2nd A.D.) :
[13] Erodoto Storie VIII 44

[14] MENETE Nome di diversi eroi troiani, e del pastore incaricato di sorvegliare le mandrie di Ade nell’isola di Erizia (Apollod. Bibl. 2, 5, 10 e 12) = μένω, “attendere” + οἶτος, “destino” = “colui che attende il suo destino”.

[15] Enciclopedia dei Miti, Pierre Grimal (a cura di C. Cordié), Garzanti,1992

[16] Graves, Dea Bianca, ed. Adelphi, pag 279

[17] Apollodoro Biblioteca, III 14 5

[18] Pausania, Grecia I 31 2

[19] Pausania, Grecia I 2 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.