Siamo qui per scegliere
 
VIII – Pandione II: Ottavo Re di Atene e Re di Megara

VIII – Pandione II: Ottavo Re di Atene e Re di Megara

Hits: 2

Pandione II: Re di Atene e di Megara

Figlio di Cecrope II e Metiadusa, ereditò dal padre lo scettro di Atene nella contestatissima successione al trono, osteggiata appunto prima dai due fratelli del padre e cioè Metione e Orneo, poi dai figli di Metione e cioè Dedalo, Eupalamo e Sicione – ma, come sottolinea lo stesso Graves in queste genealogie regna “una grande confusione” di nomi[1].

Posizione santuario Pandione (3) nell’Acropoli

Insomma, Metione e Orneo cacciarono dal trono Pandione II che scappò a Megara presso il re Pila/Pilo/Pilone e ne sposò la figlia, Pilia.

Quando il re Pila/Pilo si macchiò di un omicidio e dovette fuggire[2], Pandione II ne ereditò il trono.

A Megara Pandione e Pilia ebbero 4 figli Egeo, Pallade, Niso e Lico.

Sezione santuario Pandione, Atene

 

Pandione non tornò mai più ad Atene ma quando visse a Megara in un certo qual modo ne richiamò le tradizioni visto che:

  1. a Megara sul promontorio di Atena “la tuffatrice” fu creato un santuario per Pandione: “il sepolcro suo è nella Megaride presso il mare nello scoglio detto di Minerva Aethya come protettrice delle navi [3]”.
  2. riecheggiò anche il mito di Cecrope I visto che si diceva che Atena, trasformatasi in “uccello tuffatore[4], o smergo”, sacro ad Atena Aethya e così portò Pandione II a Megara[5].

Successivamente i figli di Pandione si ripresero il trono non solo di Atene ma dell’Attica intera: vedi Egeo, Pallade, Niso e Lico.

[1] Robert Graves, I miti greci, ed. Longanesi, 2015 94,1

[2] Apollodoro, Biblioteca III 15 5; Pausania Viaggio in Grecia IV 36 1 e I 29 5;

[3] Pausania, Viaggio in Grecia I 5 3

[4] Graves Ibid. 94,1:

[5] Pausania Ibid. I 41 6 + I 39 4

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.